Toggle navigation
prova_della_temperatura_al_varco_del_mercato_di_asola_.jpg

DOPO 2 MESI RIAPRONO I MERCATI CONTADINI. IL PRIMO E` ASOLA

Asola, San Benedetto Po,Ostiglia, Nogara, Guastalla, Suzzara, a poco a poco i mercati contadini riaprono

27 Aprile 2020

A 2 mesi dalla sospensione, dal 29 aprile, riaprono, finalmente, i mercati contadini. Si inizia con il mercato di Asola, che sarà spostato, per l’occasione in piazza Mangeri. Si proseguirà poi sabato 2 maggio con il mercato contadino di Ostiglia, che si tiene in piazza Garibaldi. La maggior parte riaprirà, però, la prossima settimana: martedì a Nogara, in via Ferrarini, di fronte a Palazzo Maggi, sede della biblioteca comunale, giovedì a Guastalla, venerdì a Suzzara, a cui seguiranno, poi, tutti gli altri 30 mercati gestiti dal Consorzio agrituristico mantovano.

"Le riaperture avvengono nel pieno rispetto delle misure di prevenzione igienico-sanitaria stabilite con l’ordinanza 532, che la Regione Lombardia ha emesso il 24 aprile scorso, in particolare per quanto riguarda il rispetto del distanziamento e della distanza interpersonale" spiega Marco Boschetti, direttore del Consorzio agrituristico mantovano.

In verità, il Decreto del presidente del Consiglio dei ministri (Dpcm), 22 marzo 2020 ne consentiva la riapertura tanto tempo prima ma, purtroppo, sono ben pochi i Comuni, soprattutto in Veneto, che hanno mantenuto aperti i mercati contadini. Tra questi anche il Comune di Torino, in cui, sin dal 23 marzo è stata autorizzata la riapertura dei mercati rionali e contadini all’aperto. Sulla base di queste esperienze e delle limitazioni conseguenti, sono state raccolte importanti contributi che rendono i mercati all’aperto luoghi di estrema sicurezza. La riapertura dei mercati contadini tiene conto delle esigenze di prossimità del quartiere, contribuisce a ridurre gli assembramenti nelle strutture della distribuzione commerciale e risponde ad impellenti ragioni sociali ed economiche. Le aziende agricole partecipanti, infatti, sono a conduzione prevalentemente familiare ed hanno organizzato la loro azienda per la vendita diretta.

Con la sospensione dei mercati contadini, è venuto meno il principale sbocco commerciale e la più importante fonte di reddito per la famiglia rurale, proprio nel momento in cui vengono a maturazione molti prodotti che non possono essere raccolti per la mancanza di sbocchi. Si manifesta, così, il paradosso di cibo lasciato nei campi a marcire e di scaffali sempre più vuoti nei punti vendita della distribuzione commerciale. La via del conferimento ai mercati generali è quanto mai impervia, perché significa assoggettarsi a contratti capestro, così come risulta impraticabile il ricorso alla distribuzione commerciale per difficoltà logistiche e per politiche di compressione dei prezzi all’origine.

L’attivazione di altre forme di vendita diretta, tra cui gli acquisti negli spacci aziendali e le consegne a domicilio, non riescono a sostituire le attività dei mercati contadini. Per questo la condizione delle aziende orientate alla filiera corta è sempre più difficile.

"Con la riapertura dei mercati contadini, annota Marco Boschettisi mantiene il rapporto diretto con i consumatori, viene confermata la produzione territoriale, si alimenta la fonte di cibo sano e, perciò, rigenerante e ne risente in modo benefico tutto l’ambiente”.

GiornoComuneStato di avanza riaperture
Martedì NogaraPer problemi di distanziamento, nel periodo dell’emergenza, il mercato si sposterà da piazza Umberto I° a via Ferrarini, di fronte a Palazzo Maggi sede della biblioteca comunale.
Martedì 
 
MarmiroloRiaperto mercato contadino di piazza Roma
Martedì 
 
BorgochiesanuovaIn attesa delle decisioni dell’Amministrazione comunale
Mercoledì 
 
AsolaMercato trasferito da p.zza XX settembre a piazza Mangeri
Mercoledì 
 
ViadanaRiaperto mercato di piazza Matteotti
Mercoledi
 
Poggio RuscoRiaperto mercato contadino di piazza Zibordi
Giovedì
 
CasalmaggioreRiaperto mercato in piazza Garibaldi
Giovedì
 
Castiglione d/sRiaperto mercato p.zzaS.Luigi. Sarà sospeso il parcheggio a ridosso del mercato che potrà essere occupato dai banchi.
GiovedìCastel GoffredoPer il rispetto del distanziamento, nel periodo dell’emergenza, il mercato di via Italia viene trasferito in piazza Sferisterio e potranno parteciparvi anche le aziende del mercato della domenica
Giovedì 
 
GuastallaRiaperto il mercato
Iscriviti alla newsletter